e-clil

 

Il Progetto intende coniugare l’apprendimento di contenuti disciplinari con lo sviluppo di competenze in LS e la promozione di competenze digitali. L’obiettivo è altresì promuovere la sensibilità di docenti e alunni delle scuole secondarie di secondo
grado verso il CLIL, pratica didattica diffusa al livello europeo, integrandola nel contesto delle tecnologie multimediali e della rete, elemento imprescindibile della prassi didattica quotidiana.


Il Progetto mira a proporre l’introduzione di moduli didattici CLIL nel quarto anno degli Istituti di scuola secondaria di secondo grado, promuovendo al contempo, nuove pratiche didattiche e nuove modalità di conduzione della classe, oltre all’utilizzo di nuovi strumenti tecnologici (e-Learning, Web 2.0, Contenuti Didattici Digitali, LIM, nuove tecnologie).

I referenti in Istituto sono i proff.:

  • Elvira Ciuffarella
  • Antonietta Di Folca
  • Salvatore Fausto Ramundo
  • Gianluca Venturi
  • Egidia Zaccardi

 

Il CLIL si riferisce all’integrazione fra lingua e contenuto; è importante però tenere presente che, essendo nato in riferimento all’insegnamento di materie scolastiche in una lingua seconda/straniera, non si riferisce a quelle modalità di integrazione fra lingua e contenuto che opera l’insegnante di lingua straniera quando insegna la microlingua. Nell’insegnamento della microlingua l’insegnante di lingua straniera può utilizzare contenuti di discipline non-linguistiche
come strumento per l’insegnamento/apprendimento della lingua specialistica della disciplina ma gli obiettivi rimangono sempre primariamente linguistici. Non ha nessuna ambizione di inseguire obiettivi della disciplina non linguistica.

Sul canale youtube dell'Istituto e dalla sezione "video" del portale, è possibile vedere un contributo video (https://youtu.be/hNtVGzl2hFg)

Allegati:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.